Blitz all'alba dei carabinieri della compagnia di Torre del Greco, che stanno eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di tredici persone, su richiesta dal tribunale di Napoli al termine delle indagini condotte dalla Direzione distrettuale antimafia partenopea.

In manette nove presunti affiliati al clan Birra-Iacomino e quattro al clan Ascione-Papale, i due gruppi di camorra attivi nel territori di Ercolano. Gli arrestati sono tutti accusati di estorsione e tentata estorsione, con l'aggravante del metodo mafioso. I due clan operavano in contrapposizione, anche violenta, per mantenere l'egemonia sulle estorsioni.

Gli arresti sono arrivati al termine di lunghe indagini svoltesi nel periodo 2009-2013, grazie agli imprenditori e ai commercianti che hanno deciso di denunciare il racket dei clan. Fondamentali nell'inchiesta anche le dichiarazioni rese da alcuni collaboratori di giustizia e il ruolo dell'associazione antiracket ‘Ercolano per la legalità'.