Sgominata baby gang composta da 5 minorenni, a cui le indagini coordinate dalla Procura per i minorenni di Napoli, ha addebitato 21 rapine a banche e farmacie, compiute tra Napoli e Caserta in poco più di cinque mesi. Ad eseguire gli arresti questa mattina all'alba i carabinieri della compagnia di Giugliano, comune dell'area Nord di Napoli. L'accusa per il gruppo di minori, tutti già noti alle forze dell'ordine, è quella di aver costituito una vera e propria associazione a delinquere finalizzata alla commissione di rapine, con l'aggravante dell'utilizzo di armi da sparo.

L'operato dei giovanissimi rapinatori sembra essere contrassegnato da un grande senso di impunità e spavalderia: agivano a volto scoperto armi in pugno, pur sapendo di esser ripresi dalle telecamere di sicurezza, e dopo i colpi scrivevano frasi allusive ai crimini sulle loro pagine Facebook per vantarsi dei colpi messi a segno.