Omicidio nella notte a Giugliano in Campania dove un 41enne è stato ucciso con colpi d'arma da fuoco. La vittima si chiamava Giuseppe Palma ed era un vigile del fuoco. Stando alle ricostruzioni dei carabinieri della locale stazione di Giugliano, coordinati dal capitano Antonio De Lise, è avvenuto in un fondo tra Ponte Riccio e Varcaturo. La vittima, colpita da tre proiettili, è stata raggiunta da due colpi al volto ed uno all'addome. Portato d'urgenza all'ospedale San Giuliano dalla sorella medico, per lui non c'è stato più nulla da fare: è arrivato al nosocomio quando era già morto.

Nel pomeriggio i militari hanno eseguito un decreto di fermo del pm per omicidio a carico di un pensionato 78enne incensurato di Giugliano, ritenuto responsabile del delitto. Il litigio che ha portato all'uccisione del 41enne è scaturito per motivi di vicinato, legati all'acquisto di un terreno senza dare informazioni. Durante i rilievi sul luogo del delitto, i militari dell'Arma hanno rinvenuto due ogive e la perquisizione a casa dell'anziano ha fatto sequestrare la pistola. L'uomo ora è nel carcere di Poggioreale.