Terremoto Ischia, premier Gentiloni: contatto operativo con Protezione Civile.

l Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni è in contatto continuo con la Protezione Civile e con le istituzioni territoriali campane per seguire gli sviluppi conseguenti al sisma che ha colpito Ischia. Lo si apprende da fonti di palazzo Chigi. A seguito della scossa , il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha convocato il Comitato Operativo della Protezione Civile presso dal sede del Dipartimento.


Forte scossa di terremoto a Ischia, ci sono morti e feriti. Numerosi danni.

A pochi giorni dal primo anniversario del terremoto che lo scorso 24 agosto ha colpito il Centro Italia, una forte scossa di terremoto magnitudo 3.6 è stata avvertita nell'area Flegrea e in particolare sull'isola di Ischia (Napoli). Alla scossa è seguito un black out elettrico nel centro di Ischia Porto ma anche a  Barano, Lacco Ameno e Forio. La scossa è stata sentita anche sulla terra ferma, in particolare a Pozzuoli, Baia, Monte di Procida, e nella vicina isola di Procida, e nei quartieri alti di Napoli come il Vomero.

Gente in strada e migliaia di persone terrorizzate sono scese per le strade dell'isola, piena di turisti vista l'alta stagione. La zona più colpita è Casamicciola dove si registrano numerosi danni e crolli.  Parte di un'abitazione è crollata. Lesionata anche una parete della palazzo municipale. Il Carabinieri e polizia stanno convergendo nel centro termale.  "In Piazza Maio a Casamicciola (Ischia) ci sono case che hanno subito grossi crolli.  Al momento non sappiamo di feriti. Ma speriamo non ci sia nessuno sotto le case che hanno avuto crolli ingenti. Siamo molto preoccupati. La scossa qui è stata avvertita fortissima". A dirlo è il sindaco di Casamicciola, Giuseppe Silvitelli.  La chiesa del Purgatorio è andata distrutta, numerosi alberghi sono isolati. Vi sono diversi feriti e alcuni dispersi. Stanno operando carabinieri, polizia e vigili del Fuoco, oltre che unita' di soccorso medico.

Evacuato l'ospedale Rizzoli a Lacco Ameno.

La scossa registrata dall'Ingv è stata di magnitudo 3.6 alle 20.57 e l'epicentro a 10 chilometri di profondità.  Le testimonianze e le foto che subito sono circolate sui social network hanno mostrato chiaramente la gravità della scossa.

L'ospedale Rizzoli di Lacco Ameno è stato evacuato per la presenza di numerose crepe nel palazzo. Solo 5 degenti intubati resteranno nella struttura. A comunicarlo è sindaco di Lacco Ameno, Giacomo Pascale, che ha chiesto l'intervento della Protezione Civile.

Protezione civile Regione Campania verifica i danni.

Sono in atto verifiche da parte della Protezione civile della Regione Campania sull'Isola di Ischia per accertare se vi siano danni causati dalla scossa sismica di magnitudo 3.6 che si è verificata stasera intorno alle 21. La scossa risulta avvertita dalla popolazione: numerose le chiamate pervenute alla sala operativa della Protezione civile regionale. Le squadre che al momento stanno effettuando i controlli sono state attivate immediatamente poiché erano impegnate sull'isola per il ervizio antincendio boschivo. Il Presidente della Regione Vincenzo De Luca ha allertato l'intera struttura regionale di protezione civile.

Osservatorio Vesuviano: "Stiamo localizzando epicentro"

Francesca Bianco, direttrice dell'Osservatorio Vesuviano, contattata da Fanpage.it spiega che "al momento non si hanno informazioni precise sul tipo di evento sismico. Stiamo facendo verifiche per localizzare esattamente il luogo dell' evento. I nostri sistemi hanno localizzato la scossa in mare ma è stata avvertita molto forte a Lacco Ameno e Casamicciola".