Una morte assurda ha sconvolto la comunità di Secondigliano, quartiere dell'area nord di Napoli. Antonio Cardone, 61 anni, è deceduto questa mattina nella sua salumeria in via Vittorio Emanuele, molto conosciuta nella zona. Secondo una prima ricostruzione, l'uomo sarebbe, all'interno del suo negozio, sarebbe salito su una scala per aprire una finestra molto in alto: per motivi ancora in corso di accertamento, il 61enne ha perso l'equilibrio, cadendo per circa 4 metri e urtando violentemente contro il pavimento.

Sul posto sono arrivati immediatamente i sanitari del 118, che hanno trasportato Cardone, d'urgenza, all'ospedale San Giovanni Bosco, ma purtroppo, a causa dei profondi traumi riportati, il 61enne è deceduto durante il tragitto verso il nosocomio della Doganella. Il magistrato di turno ha disposto il sequestro della salma, che è stata portata all'ospedale di Caserta, dove nelle prossime ore verrà effettuata l'autopsia sul corpo del 61enne per fugare tutti i dubbi sulla tragedia. Sulla vicenda indagano gli uomini del commissariato di polizia di San Carlo all'Arena.