Sarà la città di Napoli ad ospitare il primo centro di Medicina Tradizionale Cinese in Italia: quello del capoluogo campano, che andrà a integrare i presidi di medicina tradizionale, sarà il primo di trenta centri la cui apertura è prevista in tutto il mondo. Ad annunciare questa novità è stato Vincenzo Scancamarra, ex colonnello dell'Esercito Italiano e presidente dell'associazione internazionale "L'Era della Stella Polare". L'associazione è da anni attiva in Cina e impegnata con il progetto "Medici Cinesi in Italia" e con altri programmi di cooperazione medico-sanitaria e universitaria tra il nostro Paese e la Cina. Il centro ha il patrocinio del Comune di Napoli, della Regione Campania e della Repubblica Popolare Cinese.

"Il costituendo centro Cina-Italia di Medicina Tradizionale Cinese integrata sotto l'egida dell'associazione e in collaborazione con l'Asl Napoli 1 e l'Università della Campania Luigi Vanvitelli è l'unico hub in Italia di Medicina Tradizionale Cinese integrato con le cure ospedaliere occidentali e rientra nel programma di cooperazione sanitaria voluto dal Presidente della Repubblica Popolare Cinese Xi Jinping in visita in Italia proprio in queste ore e che prevede l'apertura di altri 29 centri gemelli nel mondo" ha dichiarato Vincenzo Scancamarra.