Come preannunciato dall'Amministrazione partenopea, prenderanno il via lunedì 25 agosto i lavori per il restauro del ponte di Chiaia. Da tempo il seicentesco ponte che sovrasta l'omonima via di Napoli, era protetto da una lunga rete di sicurezza che si estendeva da un estremo all'altro, per schermare la strada dalla caduta di pietre e frammenti di decorazione del monumento voluto dai Viceré spagnoli.

Nello stesso giorno partiranno anche i cantieri per l'ingresso al Parco Virgiliano a Posillipo. Gli interventi di restauro sono previsti nell'ambito del progetto “Monumentando”, che ha messo in campo il recupero di diverse decine di storici monumenti cittadini in collaborazione con soggetti privati. Gli sponsor, infatti, finanziano i lavori in cambio dell'uso degli spazi pubblicitari del cantiere.

I lavori di riqualificazione del ponte di Chiaia e del Parco di Posillipo saranno finanziati dalla Società “Uno Outdoor srl” aggiudicatrice dell'appalto per la selezione dello sponsor. Grazie al progetto “Monumento”  verrà eseguito il restauro di 27 monumenti napoletani, alcuni dei quali sono stati già restituiti al pubblico. Tra questi, la monumentale fontana del Carciofo, in piazza Trieste e Trento, a pochi passi dal Ponte di Chiaia. La fontana voluta da Achille Lauro negli anni Cinquanta, è stata "spacchettata" lo scorso aprile.