Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Quest'anno ricorrono i 160 anni dalla nascita di Giovanni Pascale, illustre medico partenopeo nonché fondatore dell'ospedale Pascale di Napoli, nosocomio che rientra nell'Istituto Nazionale Tumori e che è un cento di eccellenza nella cura delle neoplasie. Per questo, l'ospedale napoletano ha deciso di costituire una rete oncologica internazionale per la ricerca sul cancro, con l'alleanza di Singapore, Russia, Cile, Colombia e Brasile. L'alleanza tra gli istituti internazionali è stata siglata nel corso delle celebrazioni per il 160esimo anniversario della nascita di Giovanni Pascale e darà sicuramente un contributo rilevane alla ricerca sul cancro.

"Siamo eredi di un sogno di Giovanni Pascale e ci impegniamo a migliorare sempre come abbiamo dimostrato con la riduzione delle liste di attesa sugli interventi e sulla radioterapia. Anche i sindacati hanno capito che dovevamo unire gli sforzi verso un unico obiettivo finale, la cura dei pazienti" ha detto Attilio Bianchi, direttore generale dell'ospedale napoletano.

"Il Pascale è un istituto di indubbia eccellenza, esempio di sanità pubblica che funziona e soprattutto punto di riferimento per chi non ha possibilità economiche e qui può davvero salvarsi la vita. Chi ha i milioni sa dove andare, ma questo è il luogo in cui tutti possono salvarsi" ha invece detto Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, presente anche lui alle celebrazioni in onore dell'oncologo partenopeo.