Una legge che possa promuovere e tutelare la lingua napoletana: è quanto la Giunta regionale della Campania ha approvato all'unanimità. La proposta è arrivata dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli che, in un post su Facebook, festeggia l'approvazione. "Siamo estremamente soddisfatti per l’approvazione all’unanimità della nostra proposta di legge sulla tutela e la promozione della lingua napoletana. Il passaggio in consiglio permette alla nostra regione di dotarsi di una norma che difende uno dei fondamenti dell’identità culturale del nostro territorio" scrive il consigliere regionale.

Tutela della lingua napoletana: cosa prevede la legge

È lo stesso Borrelli, all'interno del post pubblicato sul social network, a spiegare cosa prevede la legge appena approvata sulla tutela e sulla promozione della lingua napoletana. "Siamo estremamente soddisfatti per l’approvazione all’unanimità della nostra proposta di legge sulla tutela e la promozione della lingua napoletana. Il passaggio in consiglio permette alla nostra regione di dotarsi di una norma che difende uno dei fondamenti dell’identità culturale del nostro territorio". Un altro incentivo importante, come spiega Borrelli, arriverà dall'istituzione di corsi di laurea appositamente dedicati alla lingua napoletana: l'Università degli Studi di Napoli Federico II si è già resa disponibile in tal senso.