Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Si sono presentati con droga e cellulari nascosti ai colloqui con i loro familiari nel carcere di Ariano Irpino, nell'Avellinese. Ma il fiuto dei cani poliziotto li ha scoperti. I parenti di alcuni detenuti avevano addosso centinaia di dosi di marijuana e due micro telefoni e sono stati fermati dalla Polizia Penitenziaria. Igor e Umea, i due cani del del Distaccamento Cinofili di Benevento, hanno trovato la presenza della sostanza stupefacente durante i controlli prima dell'incontro con i loro parenti.

"Nonostante l'escalation dei tentativi di violazioni dei sistemi di sicurezza e controllo – ha commentato l'accaduto il segretario regionale dell'Uspp Ciro Auricchio – le elevate capacità professionali dei funzionari di Polizia penitenziaria, come il comandante della Polizia Penitenziaria di Ariano Irpino Mariarosaria Iannaccone, dei loro Reparti e del Nucleo Regionale Cinofili Antidroga Campania, impediscono qualsiasi introduzione fraudolenta di oggetti non consentiti all'interno del perimetro militare di competenza".