Una bambina di 6 anni è stata operata nel pomeriggio di oggi al Cardarelli di Napoli per gravi lacerazioni alle braccia causate dai morsi di un cane. La piccola, che vive a Giugliano, nella provincia a nord di Napoli, è stata aggredita ieri sera, 10 giugno, intorno alle 19.30, in un terreno di proprietà dello zio, poco distante dalla sua abitazione. Il cane, un pitbull, l'avrebbe morsa all'improvviso azzannandola a entrambe le braccia. La bambina è stata soccorsa dai familiari, che sono riuscita a separarla dal cane, ed è stata inizialmente trasportata all'ospedale Moscati di Aversa, ma la profondità dei morsi ha reso necessario il trasferimento poco dopo all'ospedale pediatrico Santobono di Napoli; stamattina, per ridurre i danni alle braccia, è stata nuovamente trasferita, questa volta al Cardarelli, dove è stata sottoposta a un delicato intervento di chirurgia vascolare per ricostruire i vasi sanguigni dilaniati dai denti; dopo l'operazione potrebbe essere sottoposta ad una lunga terapia riabilitativa anche con l'utilizzo della camera iperbarica.

I medici aspettano di concludere le attività chirurgiche e di monitorare i parametri vitali dopo l'operazione prima di sciogliere la prognosi; malgrado la gravità delle ferite sarebbe escluso il pericolo di vita. Ieri sera, in seguito alla segnalazione del ferimento, sul terreno dove è avvenuto l'episodio e in ospedale sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Giugliano per gli accertamenti sull'accaduto e per l'identificazione delle persone coinvolte; lo zio della bambina è stato denunciato all'Autorità Giudiziaria e il cane è stato catturato e affidato all'Asl.