La Questura di Benevento.
in foto: La Questura di Benevento.

Un uomo è stato arrestato questa mattina dalla Squadra Mobile di Benevento per i reati di omicidio aggravato in concorso e porto abusivo di armi. L'uomo è un trentaquattrenne beneventano, ed è stato raggiunto dall'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip di Benevento su richiesta della Procura sannita, all'interno della casa circondariale napoletana di Secondigliano, dove si trova attualmente detenuto perché ritenuto essere il promotore di un'associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti.

L'omicidio al quale è stato associato risale al 27 aprile 2009, quando Cosimo Nizza, un pregiudicato quarantottenne beneventano, venne ucciso a colpi di pistola in strada, a distanza di quattro anni esatti da un incidente stradale nel quale era rimasto coinvolto e per il quale era finito sulla sedia a rotelle. Nizza si trovava nel Rione Libertà di Benevento quando fu raggiunto da tre colpi di pistola alla testa, che non gli lasciarono scampo. Dopo lunghe indagini, a quasi dieci anni di distanza, quest'oggi dunque la svolta, con il provvedimento restrittivo emerso nei confronti dell'uomo, che si trovava già in carcere per altri reati: il trentaquattrenne, infatti, è indagato perché avrebbe messo in piedi un'organizzazione dedita allo spaccio di droga, che avrebbe provveduto a portare cocaina, marijuana, hashish ed altre sostanze stupefacenti nel capoluogo sannita dopo averne fatto scorta nell'hinterland napoletano e casertano, nelle zone tra Villa Literno, Giugliano e Castel Volturno.