Maltrattamenti e minacce nei confronti di un'anziana invalida: una donna rumena di 56 anni è stata arrestata a Cava de' Tirreni, nella provincia di Salerno, dai carabinieri della locale tenenza. Le indagini dei militari dell'Arma sono scattate dopo alcune segnalazioni arrivate dai vicini di casa dell'anziana, una donna di 95 anni affetta da una malattia invalidante, che non era in grado di comunicare ai famigliari le vessazioni alle quali era sottoposta. I carabinieri allora, su disposizione della Procura di Nocera Inferiore, hanno installato telecamere di videosorveglianza all'interno dell'abitazione dell'anziana, scoprendo le agghiaccianti violenze alle quali era sottoposta.

La 56enne, infatti, che lavorava come badante nella casa della 95enne, la minacciava e la insultava e, spesso, ricorreva alla violenza, percuotendo l'anziana a mani nude o utilizzando alcuni oggetti contundenti. I maltrattamenti sono stati visionati dai carabinieri tramite le videocamere installate in casa e la 56enne è stata arrestata in flagranza di reato. I militari dell'Arma hanno dunque fatto scattare un blitz all'interno dell'abitazione, arrestando la badante rumena che, su disposizione dell'Autorità Giudiziaria competente, è stata portata nel carcere di Fuorni, a Salerno.