Un uomo di quarantanove anni è morto nel pomeriggio di ieri – domenica 30 giugno – a Montaguto in provincia di Avellino, dopo che era uscito tra boschi e campi che circondano il paese in cerca di origano. A dare l'allarme, non vedendolo rientrare, la madre che lo aspettava il pranzo. Subito si è messa in moto la macchina dei soccorsi, con le ricerche che hanno coinvolto i carabinieri della stazione locale, gli uomini della protezione civile e diversi volontari messisi in moto per ritrovare il proprio compaesano.

Purtroppo però l'esito delle ricerche è stato tragico: verso le 15.30 è arrivata la segnalazione di un cittadino di un corpo riverso e apparentemente senza vita in una zona piuttosto impervia. Si trattava proprio del 49enne, che il personale sanitario del 118 giunto sul luogo non ha potuto fare altro che constatarne la morte. Sulla salma, trasportata in ospedale nel capoluogo, è stata disposta l'autopsia: da una prima analisi l'uomo sarebbe stato stroncato da un malore, con tutta probabilità dovuto al caldo torrido di ieri.

L'ondata di calore che ha investito tutta la Campania in questi giorni è cominciata lo scorso venerdì, con un bollino d'allerta rosso in molte zone della regione, e proseguito per tutto il week end con la colonnina di mercurio che ha in alcuni casi superato i 40 gradi. Anche questa prima settimana di luglio si annuncia all'insegna del caldo e del bel tempo, ma le temperature massime scenderanno sensibilmente facendo rientrare l'allarme degli scorsi giorni.