in foto: (Foto dalla pagina ufficiale di Matteo Salvini)

Blitz di Matteo Salvini a Castelvolturno: il segretario federale della Lega Nord, già deputato ed europarlamentare, ha raggiunto la cittadina casertana nella giornata di giovedì, come ha comunicato egli stesso su Facebook, per incontrare diversi politici locali "che porteranno avanti le battaglie della Lega Nord in Campania". E poi, a sorpresa, il segretario federale della Lega Nord si è presentato nell'albergo dove alloggia il Calcio Napoli, che sarà impegnato stasera nel big-match casalingo contro la Juventus.

Immancabili le foto con alcuni calciatori, nello specifico con Lorenzo Insigne e José Maria Callejón, e con il vice-presidente azzurro Edoardo De Laurentiis, figlio di patron Aurelio. Una foto che ha indispettito molti tifosi del Napoli (e non solo), non tanto per la spiccata fede (mai nascosta) di Salvini per il Milan, ma perché il ricordo dei cori anti-napoletani a Pontida avvenuti qualche anno fa è ancora molto forte. All'epoca, Salvini minimizzò parlando di semplici cori da stadio, ma in molti non hanno mai dimenticato né "perdonato" quelle uscite, tanto che ancora oggi quando arriva a Napoli sono frequentissime le proteste di piazza. Nel primo pomeriggio di oggi, invece, è arrivata la replica della SSC Napoli, affidata a Twitter: "Per una questione di educazione abbiamo incontrato e ascoltato ieri sera Matteo Salvini che soggiornava nel nostro albergo. Salvini voleva porgere le sue scuse per le dichiarazioni contro i napoletani fatte in passato. Non le abbiamo accettate ma lo abbiamo ascoltato volentieri".