Nasce il Cimitero Islamico di Napoli. Entro i prossimi 5 mesi il deposito dei mezzi dell'Asìa, l'azienda dei rifiuti, in via Santa Maria del Pianto, zona Poggioreale, verrà spostato in via Mastellone per rendere disponibile l'area alla realizzazione del cimitero islamico. Lo rende noto un comunicato del Comune di Napoli. L'assessorato ai cimiteri intende – prosegue la nota – iniziare le procedure di gara ad evidenza pubblica per la realizzazione dell'opera. "Ringrazio il vicesindaco Raffaele Del Giudice e i vertici di Asia – ha detto l'assessore Alessandra Sardu – per la consueta proficua collaborazione e prevediamo di iniziare al più presto le procedure di gara per la realizzazione del cimitero islamico che, secondo il Piano Urbanistico Attuativo, deve sorgere in quell'area del Cimitero di Poggioreale, che è situata alle spalle del cimitero ebraico. Questo per noi ha un forte valore simbolico e risponde pienamente alla vocazione del Cimitero di Poggioreale di essere luogo di riposo per i credenti di tutte le religioni"

Quali sono le differenze tra gli attuali cimiteri cittadini e uno islamico?  Secondo la tradizione del Corano i morti di religione islamica non vanno cremati ma seppelliti sotto terra. E la testa del defunto va rivolta verso la Mecca. Dunque le fosse per le bare debbono essere orientate tutte nello stesso modo, puntando alla città sacra dell'Islam.