Con la scoperta di un nuovo positivo sale a due il numero dei contagiati dal coronavirus a Moschiano, comune da poco più di 1.600 abitanti della provincia di Avellino. La zona è una di quelle sotto stretto monitoraggio in seguito all'emersione di 12 nuovi casi in Irpinia. Nelle ultime ore tra i residenti del comune sono stati effettuati 76 tamponi dal Servizio di Epidemiologia e Prevenzione dell'Asl, 75 dei quali hanno dato esito negativo.

La persona risultata contagiata è asintomatica, non presenta quindi nessun sintomo riconducibile a Covid-19; è imparentata con la prima contagiata e si trovava già in isolamento domiciliare. Sono stati avviati gli accertamenti per ricostruire la rete di contatti e procedere quindi con nuovi tamponi per verificare eventuali altri contagi. "Resta alta l'attenzione da parte dell'Azienda sanitaria locale al fine di contenere l'infezione da Covid-19, pertanto – si legge in una nota dell'Asl di Avellino – è stata disposta la sorveglianza sanitaria e l'ampliamento dell'effettuazione dei tamponi anche a tutti i potenziali contatti, anche non diretti, dei casi risultati positivi

Nel giro di 48 ore erano stati scoperti altri 12 casi di positività in quattro comuni dell'Avellinese. Il primo caso era stato quello di un 69enne di Santa Lucia di Serino, risultato positivo sabato scorso e attualmente ricoverato, intubato, nell'ospedale San Giuseppe Moscati di Aversa. Erano stati sottoposti a tampone i familiari e otto di loro erano risultati positivi nella giornata di ieri, lunedì 6 luglio. Nello stesso comune sono risultate positive altre 2 persone e si cerca un collegamento tra loro e il 69enne per capire se la fonte del contagio è la stessa. A San Michele di Serino è risultato positivo un 71enne, asintomatico, ora ricoverato nel reparto di Malattie Infettive dell'ospedale avellinese. Altri due casi sono stati registrati a Rotondi.