Una bella vicenda, a lieto fine, arriva da Napoli, dove gli agenti della Polizia Municipale hanno aiutato un senzatetto a ricongiungersi con la famiglia. Gli agenti dell'unita Operativa Chiaia, che da giorni stanno, congiuntamente alla Guardia Costiera, partecipando ad una operazione di sgombero e smantellamento di moli ed ormeggi posizionati abusivamente sul Lungomare di Mergellina, hanno individuato un uomo senza fissa dimora, un 60enne napoletano, che da anni aveva lasciato la famiglia e viveva sulla scogliera, in un ricovero di fortuna.

I vigili urbani, unitamente ai servizi sociali del Comune di Napoli, si sono così adoperati per cercare di rintracciare qualche familiare del clochard. Gli agenti e gli assistenti sociali sono riusciti a rintracciare la figlia del 60enne, che si è così ricongiunto alla donna, in un abbraccio commovente, dopo oltre dieci anni che si erano persi di vista. Dopo che l'uomo è stato consegnato alla famiglia, al sicuro delle mura domestiche, gli agenti della Municipale hanno provveduto a demolire anche il capanno che il 60enne aveva adibito a ricovero.