Oltre seicentocinquanta infrazioni al codice della strada, tutte evase, però, per irreperibilità. Ma la pacchia, per un guidatore trentaduenne napoletano, è finita quest'oggi, quando la Polizia Municipale lo ha finalmente rintracciato e, convocato in caserma, gli ha notificato tutte le contravvenzioni accumulate fino ad oggi ed alle quali era sempre riuscito a sfuggire.

Fondamentali, per il "ritrovamento" dell'uomo, che finora era riuscito sempre ad essere irreperibile, il coordinamento delle indagini da parte dell'Agenzia dell'Entrate, che ha fatto partire verifiche ed accertamenti incrociati con le utente di luce, gas e telefono dell'uomo, che alla fine è risultato essere I.L., un trentaduenne napoletano con residenza sospesa in Vico Nocelle. Rintracciato sul posto di lavoro e quindi prontamente convocato al comando di polizia, all'uomo gli sono state notificate tutte le contravvenzioni al codice della strada finora accumulate, per un totale di ben 676 multe finora tutte evitate grazie all'irreperibilità dichiarata.