Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Ha rivolto dei pesanti apprezzamenti alla compagna di un conoscente e, quando lui ha reagito, lo ha insultato dal balcone, è sceso di casa e lo ha accoltellato lasciandolo a terra in una pozza di sangue. L'assurda storia arriva da Arzano, in provincia di Napoli, protagonisti sono un 34enne, la vittima, e un suo conoscente di 48 anni, denunciato dai carabinieri per tentato omicidio e lesioni.

I fatti risalgono alla notte tra sabato e domenica e alla base della feroce aggressione ci sarebbero stati proprio degli apprezzamenti indesiderati e inopportuni che avrebbero fatto scattare la reazione e il successivo ferimento durante il litigio, ma su questo aspetto sono in corso ulteriori indagini. Stando a quanto fino ad ora ricostruito dai carabinieri sulla base delle dichiarazioni delle persone coinvolte, la vittima si trovava in via Salvator Rosa, nei pressi dell'abitazione di quello che sarebbe diventato di lì a poco il suo aggressore e lì erano partite le prime offese, dal balcone. Il 34enne aveva risposto e il 48enne era uscito in strada.

Si erano azzuffati e l'uomo aveva tirato fuori un'arma e si era scagliato contro il rivale. Un coltello da cucina, venti centimetri di lama, con cui ha sferrato diversi fendenti diretti alla schiena e alle gambe. I carabinieri della tenenza locale sono intervenuti poco dopo, in seguito alla segnalazione di un uomo ferito e sanguinante in strada, si sono occupati delle prime cure e hanno affidato la vittima ai sanitari del 118; trasportato al Pronto Soccorso dell'ospedale San Giovanni Bosco, è stato medicato per ferite da coltello alla zona lombare, alla coscia e alla caviglia con prognosi di 15 giorni salvo complicazioni.

Il coltello utilizzato per l'aggressione è stato ritrovato poco distante, spezzato in due parti, lama e manico. L'aggressore, già noto alle forze dell'ordine, era scappato. I militari lo hanno cercato per tutta la notte ma senza risultato; ormai col fiato sul collo, il 48enne si è consegnato ieri mattina ai carabinieri di Arzano ed è stato denunciato per tentato omicidio e lesioni.