Davvero inumano quanto accaduto domenica, nel giorno di Pasqua, a Durazzano, nella provincia di Benevento, dove cinque cani sono stati trovati morti, brutalmente assassinati. Da quanto si apprende, i cinque animali, di cui due randagi e tre padronali, sono stati dapprima picchiati e forse anche avvelenati, dal momento che accanto ai loro corpi sono stati trovati i resti di alcuni bocconi di carne, probabilmente utilizzati come esca per somministrare il veleno ai cani, come purtroppo spesso accade. A denunciare l'accaduto, su Facebook, è l'associazione "Borgo a 4 Zampe Onlus Protezione Animali Sannio", che sui social network ha postato anche le foto, molto crude, di due degli animali assassinati.

"Una residente ha aperto la porta di casa ed ecco cosa ha trovato. Erano 2 cani abbandonati che accudiva, e 3 cani padronali, forse avvelenati e picchiati! Trovati pezzi di carne, probabilmente contaminati. Sappiate che faremo uscire le foto di questi cani su tutti i giornali della provincia. Sarà effettuata denuncia, le carcasse saranno rimosse dalla Asl veterinaria e richiederemo l'autopsia" si legge sulla pagina Facebook dell'associazione animalista sannita. Da quanto si rende noto, le carcasse dei cinque animali sono state poste sotto sequestro dalla Asl veterinaria, che nei prossimi giorni dovrebbe provvedere ad eseguire gli esami autoptici per determinare le esatte cause della morte. Un atto spregevole, come parecchi utenti – utilizzando anche termini più coloriti e insulti nei confronti dei responsabili – lo hanno definito commentando il post dell'associazione animalista.