Nel giro di meno di una giornata sono state registrate due aggressioni contro il personale del 118 di Napoli. Il primo caso è quello di ieri sera, intorno alle 22: l’ambulanza del 118 di Ponticelli è intervenuta per soccorrere una pazienta psichiatrica. La donna aveva prima aggredito alcuni poliziotti e danneggiato un supermercato. Dopo, una volta intervenuto il personale del 118, ha preso a schiaffi e colpito con violenza l’autista – anche lei una donna – della Croce Rossa. La donna aggredita ha avuto bisogno di cure ospedaliere ma ha comunque continuato a prestare servizio.

Alle 11 di questa mattina, invece, l’equipaggio del 118 del Vomero è stato aggredito da un abitante della zona in vico Cimitile, dove il personale medico era intervenuto. Il medico sarebbe stato aggredito con pugni e altri colpi in faccia, riportando contusioni e piccoli escoriazioni al viso.

L’aggressione ai danni del medico è stata denunciato alla polizia di stato, mentre entrambe le aggressioni sono state segnalate alla centrale operativa del 118. Secondo quanto denunciano coloro che prestano servizio nel 118, aggressioni di questo tipo sono sempre meno rare e il lavoro del personale dei soccorsi diventa sempre più rischioso.