Sono 14 i medici rinviati a giudizio per la morte di Francesca Oliva, la 29enne di Gricignano D'Aversa, comune in provincia di Caserta, morta di parto al settimo mese di gravidanza per setticemia tre anni fa. Francesca stava portando avanti una difficile gravidanza trigemellare e, a causa di alcune complicazioni, era stata ricoverata prima all'ospedale di San Giuliano di Giugliano, poi nella Clinica Pinetagrande di Castel Voltuno.

I sanitari che affronteranno il processo – secondo quanto riportato da il Mattino – appartengono a entrambe le strutture ospedaliere. A deciderlo il gup del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, che ha accolto la richiesta dell'accusa di processare tutti i medici che ebbero in cura la donna per omicidio colposo aggravato. La prima udienza è fissata per il prossimo 2 febbraio. Dei tre bambini di Francesca Oliva, uno era già morto prima che venisse operata, una bimba è deceduta durante il parto mentre Maria Francesca è sopravvissuta.