Non usa mezzi termini e utilizza parole forti don Antonio Loffredo, il prete che questa mattina, nella chiesa di San Vincenzo nel Rione Sanità, nel cuore di Napoli, ha celebrato i funerali di Fortuna Bellisario, la donna di 36 anni uccisa dal marito la scorsa settimana nel quartiere partenopeo di Miano. "Un uomo che dà uno schiaffo a una donna è uno stronzo – ha detto il prete -. Bisogna dire basta alla violenza". Un segnale forte don Antonio Loffredo e gli altri preti che hanno officiato i funerali lo avevano dato già a partire dal vestiario, indossando i paramenti rossi che – come specificato dallo stesso prete durante l'omelia – stanno a simboleggiare il martirio, come quella subito da Fortuna Bellisario.

Al funerale hanno partecipato circa 300 persone, in prevalenza donne. Il Rione Sanità, quartiere in cui Fortuna è cresciuta, ha fatto sentire ancora una volta la propria vicinanza alla famiglia: sono stati proprio i cittadini del quartiere ad organizzare una colletta per pagare i funerali. Fortuna è stata massacrata dal marito, Vincenzo Lopresto, 41 anni, lo scorso 7 marzo a Miano, alla periferia settentrionale di Napoli, che ha infierito su di lei con calci, pugni e una stampella. In carcere con l'accusa di omicidio volontario, per lui si potrebbero configurare anche le aggravanti di sevizie e segregazione, visto che sul corpo di Fortuna sono stati ritrovati segni di ripetute percosse.