Bloccati gli sversamenti di rifiuti all'interno dello Stir di Giugliano in Campania per l'agitazione dei lavoratori Sapna: al momento, a causa del blocco, i camion non riescono ad accedere alla struttura e, di conseguenza, non possono conferire i rifiuti all'interno dell'impianto. Lo ha denunciato anche il sindaco di Giugliano, Antonio Poziello, che ha parlato di "disagi e ritardi nella raccolta, sono l'ovvio corollario dell'impossibilità di svuotare i camion carichi di rifiuti. Come sempre, agitazioni e problemi si registrano il martedì, giorno in cui la maggior parte dei Comuni raccoglie l'indifferenziato".

Il blocco dello Stir di Giugliano per l'agitazione dei lavoratori de Sapna (Sistema Ambiente Provincia di Napoli) rischia tuttavia di avere ripercussioni anche sulla raccolta dei rifiuti di Napoli e della Città Metropolitana: molti dei rifiuti del capoluogo partenopeo e della provincia vengono infatti sversati all'interno dello Stir giuglianese, e l'indifferenziato, che già di per sé costituisce la maggior parte dei rifiuti (anche perché la raccolta differenziata non ha ancora raggiunto gli alti livelli richiesti), ed ora con il suo blocco, seppur temporaneo ma proprio nel giorno della raccolta dell'indifferenziata, rischia di dover costringere i rifiuti a "restare" per terra, con tutti i problemi, ed i rischi sanitari, a questo correlati. La situazione, infatti, non è del tutto rosea, e già nelle ultime settimane si sono registrati piccoli accumuli soprattutto nelle periferie: con il rischio che ora, in caso di emergenza, questi tornino a crescere in maniera incontrollata in tutto il territorio.