Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Una storia che avrebbe potuto avere risvolti tragici, ma per fortuna a lieto fine, quella che arriva da Giugliano in Campania, nella provincia di Napoli e raccontata da Il Mattino. Una ragazza di 17 anni è stata salvata da un tumore benigno, che però era cresciuto così tanto che avrebbe potuto causare conseguenze gravi e irreversibili. La 17enne, da qualche tempo, accusava un anomalo gonfiore addominale, a tal punto che sembrava incinta. I genitori, spaventati, hanno così deciso di farla visitare all'ospedale San Giuliano di Giugliano, dove esami più approfonditi hanno rivelato invece che si trattava di un teratoma maturo, un tumore benigno.

La massa tumorale, però, era diventata così grande che la 17enne sarebbe andata incontro presto a complicanze, come l'occlusione delle vie intestinali. Nel nosocomio giuglianese, allora, l'equipe medica guidata dal primario di Ginecologia Enzo Cacciapuoti ha subito predisposto l'operazione: la massa tumorale è stata asportata e l'intervento chirurgico è perfettamente riuscito. La ragazza, grazie all'intervento dei medici, ora sta bene.