Dramma nel carcere di Poggioreale, a Napoli, dove un detenuto del II Padiglione Milano di 34 anni è morto. L'uomo, da qualche giorno, accusava febbre alta: improvvisamente, le sue condizioni di salute sono peggiorate e l'uomo è deceduto, probabilmente a causa di un arresto cardiaco, prima che i sanitari del 118 potessero intervenire. A rendere noto quanto accaduto nella casa circondariale partenopea è Samuele Ciambriello, garante dei detenuti della Regione Campania, che chiede innanzitutto che si effettui un controllo sullo stato dei defibrillatori sia a Poggioreale che nel carcere di Secondigliano.

Il garante dei detenuti riferisce anche di un altro episodio che ha avuto come teatro sempre il carcere di Poggioreale. Qui, un detenuto di 21 anni del Padiglione Livorno si è auto-inferto ferite sul corpo. Il ragazzo era stato spostato soltanto qualche giorno fa perché, nel Padiglione Avellino, aveva dato fuoco alla sua cella. Sono ormai quotidiani gli episodi di autolesionismo nelle carceri, casi analoghi si sono verificati in questi giorni a Santa Maria Capua Vetere e nel carcere di Salerno" ha detto Ciambriello.