Si terrà giovedì 6 dicembre, a partire dalle ore 15, nell’Aula consiliare del Comune di Castel San Giorgio (Salerno), l’ottava edizione del “Premio Giornalistico Mimmo Castellano”. La manifestazione – organizzata dall’Associazione della Stampa Campania Valle del Sarno guidata da   Salvatore Campitiello, ha il patrocinio del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, del Movimento Unitario Giornalisti, del Comune di Castel San Giorgio e della Provincia di Salerno. Obiettivo: onorare la memoria Mimmo Castellano, per molti anni leader sindacale dei giornalisti nel Sud Italia.  Castellano è stato vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania e segretario generale aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana. Al suo nome sono legati numerosi riconoscimenti a favore della categoria come la legge 150/2000 sulla Comunicazione ed informazione istituzionale.

L’edizione di quest’anno, avrà come tema “Violenza sulle donne e tutela delle fasce deboli nei codici e nelle carte deontologiche” che sarà sviscerato nel corso di un dibattito che vedrà impegnati il presidente nazionale del Consiglio dell’Ordine dei giornalisti, Carlo Verna, il presidente del Consiglio Regionale dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, il presidente del Movimento Unitario dei Giornalisti, Mimmo Falco. È prevista la partecipazione di Vito Crimi, Sottosegretario di Stato all’Editoria e all’Informazione.

I premi quest’anno saranno diversi ed assegnati a colleghi ed operatori dell’informazione che si sono particolarmente impegnati a tutela delle fasce deboli. Fra i premiati i giornalisti Viviana Pentangelo, Tonia Cartolano, Maria Laura Massa, Raffaella Ferré, Mario Pepe, Dario Ricciardi, Vincenzo Massa.