Dalla Lega al Movimento 5 Stelle, sono numerose le reazioni all'inchiesta di Fanpage.it sugli appalti per il Covid Center all'Ospedale del Mare di Napoli. È proprio Matteo Salvini ad aprire la raffica di reazioni. Nel mirino c'è il governatore della Campania Vincenzo De Luca: "De Luca, ci sei? Usiamo il lanciafiamme anche contro corrotti e corruttori?". A seguire è Severino Nappi, neo aderente alla Lega Campania: Secondo un'inchiesta di Fanpage, i lavori per la preparazione dell'area dove è sorto il Covid Hospital modulare dell'Ospedale del Mare sarebbero iniziati giorni prima della presentazione dell'offerta da parte della multinazionale francese Siram, che solo successivamente si è aggiudicata la gara. Se quanto emerge dovesse risultare vero sarebbe gravissimo. In attesa che la magistratura faccia luce su tutti gli aspetti di questa vicenda che getta ombre pesanti sulla gestione degli appalti pubblici in Campania, il governatore De Luca farebbe bene a fare un passo indietro".

Nel Movimento 5 stelle Luigi Gallo, presidente della commissione cultura del Movimento 5 Stelle della Camera attacca: "La prima puntata dell'inchiesta di Fanpage.it sugli appalti pubblici in Campania durante la pandemia da Coronavirus lascia increduli. All'Ospedale del Mare di Napoli, dove è stato costruito l'ospedale prefabbricato costato 8 milioni di euro, i lavori sarebbero partiti prima ancora che alla ditta fosse chiesta un'offerta economia da parte della Asl. Ma come è possibile? Siamo evidentemente davanti ad un buco nero rispetto alla gestione degli appalti da parte della Regione Campania. La magistratura faccia immediatamente luce su cosa è avvenuto all'Ospedale del Mare, c'è un bisogno urgente di trasparenza e accertamento della verità su come sono stati spesi i soldi dei cittadini durante l'emergenza Coronavirus. Da quanto si apprende dal lavoro di Fanpage.it una figura chiave delle opere realizzate in Campania sarebbe Crescenzo De Stasio, ex manager della Siram attualmente agli arresti domiciliari per un'inchiesta della Procura di Palermo sulle tangenti nella sanità siciliana che lo vede coinvolto. La gestione De Luca sulla Sanità fa acqua da tutte le parti, dal chiusura e smantellamento degli ospedali di prossimità, allo spreco di risorse, ad una sanità politicizzata. Il mio appello va alle Procure, fatti come quello documentato da Fanpage.it devono essere accertati".