Trasportava mozzarelle e latticini al caldo, in un ambiente non refrigerato. I carabinieri dell'aliquota operativa di Ischia hanno sequestrato così 25 chili di mozzarelle, ricotte e provole trasportate e conservate in cattivo stato. I militari dell'Arma, in località Sant'Angelo, sull'isola nel golfo di Napoli, durante controlli in strada hanno fermato un furgone guidato da un autotrasportatore di 57 anni di Forio. Controllando il retro del veicolo, i carabinieri hanno scoperto i 25 chili di latticini in una cella non refrigerata: inoltre, i prodotti erano privi delle necessarie indicazioni di provenienza e tracciabilità previste dalla legge. I militari dell'Arma, in collaborazione con il personale dell'Asl Napoli 2 Nord, hanno così provveduto a sequestrare e distruggere i prodotti caseari.

I carabinieri hanno stimato che i latticini sequestrati sarebbero stati venduti ai ristoranti e ai negozi di generi alimentari della zona, e quindi ai consumatori, rappresentando quindi un rischio potenziale per la loro salute. L'autista del furgone e il proprietario della ditta di trasporti, un uomo di 54 anni di Barano d'Ischia, sono stati così denunciati alla competente Autorità Giudiziaria per trasporto di alimenti in cattivo stato di conservazione. I controlli delle forze dell'ordine a tutela della salute dei consumatori proseguiranno anche nei prossimi giorni.