Il rigore, contestatissimo, di Cristiano Ronaldo a trenta secondi dai tempi supplementari che ha condannato la Juventus all'eliminazione ai quarti di finale di Champions League per mano del Real Madrid, continua a far parlare di sé. Anche a Napoli, dove Cristiano Ronaldo è subito apparso in meno di ventiquattro ore sotto forma di statuina del presepe.

Fisico imponente, sorriso beffardo e l'immancabile trofeo della Coppa dei Campioni, vinto tre volte negli ultimi cinque anni (appena un anno fa proprio contro la Juventus), con tanto di scritta "1-3, godo tanto", a rappresentare lo "spirito" di diversi tifosi italiani subito dopo l'eliminazione della Vecchia Signora. L'opera porta la firma del maestro Di Virgilio, storico presepista di via San Gregorio Armeno, che già aveva firmato diverse statuine storiche, come quella recente dedicata a Fabrizio Frizzi.

Il maestro Di Virgilio, subito dopo la pubblicazione della foto su Instagram e su Facebook, si è poi anche beccato tanti insulti dai tifosi bianconeri per la sua statuina. Ma anche il plauso di tutti i tifosi non-juventini, che invece sembrano aver apprezzato l'ironia del maestro presepista nel "salutare" così l'eliminazione della Juventus dalla Champions League nonostante una partita straordinaria e solo a causa di un rigore, contestatissimo, a venti secondi dalla fine.