Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Non ha retto alla richiesta di separazione che la moglie gli aveva avanzato e ha deciso di farla finita, gettandosi nelle acque del fiume Volturno. È accaduto oggi ad Alife, nella provincia di Caserta, dove un uomo di 42 anni è stato "ripescato" dai carabinieri. È stata proprio la moglie ad allertare i militari dell'Arma, esprimendo la volontà dell'uomo di suicidarsi dopo che lei gli aveva manifestato la volontà di separarsi. Così, i carabinieri della compagnia di Piedimonte Matese si sono subito messi alla ricerca dell'uomo, trovandolo in prossimità del cosiddetto "ponte dei briganti": l'uomo era già nelle acque del Volturno, immerso fino alla pancia.

Complice anche il maltempo, l'uomo è stato spinto contro una roccia dalla corrente: a quel punto i carabinieri sono riusciti ad afferrarlo e a trascinarlo a riva. Sul posto sono arrivati i sanitari del 118, che hanno trasportato l'aspirante suicida all'ospedale civile di Sessa Aurunca: il 42enne è ricoverato in gravi condizioni ma non sarebbe in pericolo di vita.