I poliziotti gli sono piombati addosso proprio mentre stavano spostando la cocaina da vendere. Gennaro Regio, 59 anni, e il suo complice di 17 anni, sono stati arrestati dagli agenti dell'Unità Intervento della Squadra Mobile di Napoli a Pianura, dovranno rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

I due sono stati beccati ieri sera, 14 marzo, in via Torricelli, poco distante dalla zona del “Cannavino”, storicamente sotto l'influenza del clan Marfella-Pesce.

All'arrivo della polizia il ragazzo era in strada, davanti all'abitazione di Regio. Si è accorto della presenza delle forze dell'ordine, ha tentato di scappare e ha urlato al complice di chiudere la finestra. Gli agenti sono riusciti a bloccarlo e hanno scoperto che nella busta che aveva tra le mani c'erano numerose dosi di cocaina, già pronte per la vendita ai clienti. Intanto, altri poliziotti si sono fiondati nel palazzo e hanno bloccato l'altro uomo; in quella casa hanno trovato un monitor attraverso cui il 59enne poteva tenere sotto controllo la strada davanti all'appartamento, per accorgersi in tempo dell'arrivo delle forze dell'ordine; la videosorveglianza illegale era collegata a 6 microtelecamere, scovate e sequestrate dai poliziotti.