NAPOLI – Blitz dei carabinieri nell'area nord di Napoli, in località Miano. Le forze dell'ordine hanno effettuato diverse perquisizioni e concluso le operazioni con un arresto e diversi sequestri di sostanze stupefacenti ma anche di armi da fuoco: quest'ultime erano nascoste tra i santini all'interno di un marsupio, abbandonato all'interno di un'abitazione disabitata.

L'operazione, condotta dai carabinieri della compagnia del Vomero assieme al Reggimento Campania ed alle unità cinofile, hanno eseguito il blitz nella zona di Miano ritenuta essere sotto il controllo del clan camorristico dei Lo Russo, eseguendo le perquisizioni per blocchi di edificio. Dai controlli, è stato ritrovato prima un marsupio all'interno di una casa disabitata sul vico Chiesa, con al suo interno un revolver calibro 38 special, con sei cartucce nel tamburo ed altre sette cartucce: il tutto era stato occultato tra alcune immagini sacre, i cosiddetti "santini".

Poco dopo è stato arrestato invece un diciannovenne del luogo, risultato essere già noto alle forze dell'ordine, che all'interno della sua abitazione nascondeva trentasei grammi di hashish, in parte già divisi in stecchette, oltre a materiale di vario tipo utilizzato per il confezionamento ed un bilancino di precisione. Sempre nel suo appartamento, le forze dell'ordine hanno anche trovato una pistola lanciarazzi calibro 22 e priva di matricola: al termine delle formalità di rito, il diciannovenne è stato quindi tradotto nel carcere di Poggioreale. Infine, in controlli effettuati nel vico Chiesa e nel vico Cotugno, le forze dell'ordine hanno anche ritrovato diverse e consistenti somme di denaro, probabile "incasso" dovuto alla vendita di sostanze stupefacenti in zona.