Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Una brutta disavventura per una donna di Marcianise, nella provincia di Caserta, aggredita da un branco di cani randagi in strada. La donna, da quanto si apprende, aveva appena lasciato l'ospedale della cittadina del Casertano, dove era stata ricoverata per sottoporsi ad alcuni accertamenti: mentre stava camminando per fare ritorno a casa, la donna è stata accerchiata da una decina di cani randagi. Istintivamente, la malcapitata ha urlato per la paura e i cani, in tutta risposta, l'hanno aggredita. Per fortuna, la donna se l'è cavata soltanto con qualche graffio e un bello spavento, ma ha comunque dovuto fare ritorno nel vicino ospedale per essere sottoposta agli accertamenti e alle cure del caso.

La vicenda arriva a pochi giorni di distanza da un caso che ha fatto molto discutere a Napoli. Qui, in via Cesare Rosaroll, quartiere Vasto, a pochi passi dalla Stazione Centrale, un pitbull è stato ucciso da un agente della Polizia di Stato, che gli ha sparato dopo che il cane aveva aggredito un collega. La sparatoria sarebbe maturata nell'ambito di un arresto, quando i poliziotti si sono recati nell'abitazione del padrone dell'animale: sarebbe stato in queste fasi concitate, poi proseguite per strada, che il cane avrebbe azzannato a una caviglia un agente in borghese, costringendo il collega a sparargli, uccidendolo.