SALERNO – Avevano compiuto questa notte stessa un maxi-furto di computer e tablet all'interno di una scuola elementare a Mercato Severino, ma sono stati subito arrestati dai carabinieri. Nei guai due uomini di Somma Vesuviana, nel napoletano, che avevano deciso di colpire la scuola elementare "Don Salvatore Guadagno" di Mercato San Severino, nel salernitano.

I due, risultati essere un trentottenne ed un quarantunenne, si erano introdotti questa notte nella scuola salernitana, dopo averne forzato il cancello d'ingresso, per poi rubare all'interno dell'istituto ben ventuno computer e diciotto tablet, custoditi all'interno di armadi metallici. Ma i carabinieri li hanno arrestati in flagranza di reato: dopo il furto, infatti, i due hanno tentato la fuga ma non è durata molto. Il quarantunenne è saltato giù dalla finestra, procurandosi anche alcune fratture, ed è stato arrestato già fuori all'istituto stesso, mentre il secondo è stato arrestato all'interno della stazione ferroviaria, dove stava attendendo il treno per rientrare a casa. I carabinieri, eseguiti gli arresti, hanno riconsegnato tutta la refurtiva al dirigente dell'istituto scolastico, mentre i due napoletani sono stati arrestati in attesa del giudizio per direttissima.