Il Vesuvio imbiancato questa mattina, giovedì 10 gennaio 2019. [Foto / Fanpage.it]
in foto: Il Vesuvio imbiancato questa mattina, giovedì 10 gennaio 2019. [Foto / Fanpage.it]

NAPOLI – Crollano le temperature nella notte su Napoli e Campania: l'ondata di gelo artico è arrivata al centro-sud, proveniente dall'Europa nord-orientale, e come previsto ha portato ad un drastico calo della temperatura. Neve sul Vesuvio, anche a bassa quota: se fino a ieri infatti solo l'estremo vertice del cratere era innevato, stanotte il Vesuvio si è "colorato" di bianco anche nella parte più bassa, fino a raggiungere anche le zone limitrofe ai centri urbani dei comuni vesuviani.

Niente di preoccupante per adesso: la neve è scesa mista a pioggia, e dunque a parte una "spolverata" di bianco non ha creato disagi. Ma si attende un peggioramento delle condizioni climatiche già nelle prossime ore. Il freddo per ora la fa da padrone incontrastate: forti raffiche di vento, che stanno "spazzando" le nubi dal cielo diminuendo la possibilità di pioggia e neve, stanno letteralmente congelando il capoluogo partenopeo e non solo, aumentando la percezione del freddo. Stamattina le temperature erano già attorno al grado zero anche in città. Situazione complessa nelle zone interne della Campania: ad Avellino le raffiche di vento sono fortissime, e la temperature è già sotto lo zero stabilmente, facendo temere possibili nevicate nelle prossime ore. Stessa situazione a Benevento: il rischio maggiore è quello di possibili lastre di ghiaccio sulle strade, soprattutto nelle zone interne di Sannio e Irpinia.