Neve sul Vesuvio, raffiche di vento e temperature in calo nel periodo notturno. Ieri la bufera di vento che ha colpito alcune zone di Napoli causando lievi danni, oggi un peggioramento delle condizioni meteo dal punto di vista delle temperature, ma il tempo è sereno. Ad ovest del nostro Paese, l'Anticiclone delle Azzorre, sta scaldando i motori con l'intento di puntare dritto verso l'Italia. Il suo tentativo, pare ormai certo, andrà a buon fine e le condizioni meteo generali sono ovviamente destinate a subire la sua inevitabile e severa azione stabilizzante. Il team del sito Ilmeteo.it ci comunica che ci attendono dunque giornate di bel tempo con tanto sole e clima che diverrà via via sempre più mite (almeno di giorno). Siamo tuttavia ancora in inverno e questo comporterà alcune accezioni. Insomma, il sole e le temperature gradevoli, non saranno cosa per tutti. Vediamo perché. È dato di fatto, come nei periodi invernali, non sempre l'alta pressione sia solo sinonimo di bel tempo o di totale assenza di insidie. Chi gode solitamente della benefica influenza anticiclonica sono soprattutto le regioni meridionali e parecchie aree del Centro Italia. Viceversa, il Nord ed in particolare i settori pianeggianti, sono vittime delle conseguenze del ristagno dell'aria nei bassi strati. Nebbia, inversioni termiche e purtroppo il severo peggioramento della qualità dell'aria.

Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it avvisa che nei prossimi giorni infatti, in particolare a partire da venerdì e per gran parte del fine settimana, l'alta pressione si farà via via sempre più possente e le condizioni atmosferiche sulle pianure del settentrione, cominceranno ad essere minacciate dai banchi di nebbia con forti riduzioni alla visibilità di notte e nelle ore del mattino.