Roberto Morfé (Facebook)
in foto: Roberto Morfé (Facebook)

Un malore improvviso ha ucciso il sottoufficiale napoletano Roberto Morfé in missione in Iraq a Baghdad. Originario di Casoria, in provincia di Napoli, il 40enne era Capo di Prima Classe: stando a quanto appreso sembra che sia stato colto da un malore che non gli ha lasciato scampo. Nonostante il tempestivo intervento da parte dei soccorritori sul posto per il militare non c'è stato nulla da fare. Morfé lascia la moglie che insieme con la famiglia è stat informata della notizia e ha immediatamente ricevuto assistenza da un nucleo di supporto composto dal personale sanitario del Comando Logistico di Napoli della Marina Militare e dal Cappellano militare dell'Accademia Aeronautica di Pozzuoli.

Muore in missione a Baghdad: il cordoglio del ministro della Difesa

Il primo a esprimere il proprio cordoglio ai familiari è stato il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Enzo Vecciarelli che, a nome delle Forze Armate e suo personale, ha espresso profondo cordoglio per la scomparsa di Marfé. "La scomparsa improvvisa e prematura di un giovane sottufficiale impegnato in una missione italiana in Iraq, per portare pace e stabilità, rappresenta una perdita incolmabile per la sua famiglia, per le Forze Armate e per l'Italia tutta – il cordoglio invece del neo ministro della Difesa Lorenzo Guerini – in questo momento voglio esprimere alla famiglia di Roberto e alla Marina Militare Italiana le più sentite condoglianze di tutto il personale della Difesa e mie personali".