Venerdì 29 maggio si appresta a diventare una data quasi storica per Monte di Procida, cittadina dei Campi Flegrei, nella provincia di Napoli: tra due giorni, infatti, il consiglio comunale approverà, dopo circa 40 anni, il PUC, il Piano Urbanistico Comunale, che cambierà radicalmente il volto di Monte di Procida. Sono tre, fondamentalmente, i punti cardine sui quali si fonda il progetto di rinnovamento urbanistico della cittadina: recupero ambientale, turismo consapevole e mobilità sostenibile.

Innanzitutto, la Panoramica, la via che unisce la parte superiore della cittadina a quella inferiore, strada principale che guarda dall'alto tutto il golfo di Pozzuoli, cambierà volto. I numerosi chalet e ristoranti che sorgono sulla strada saranno arretrati in modo da permettere la costruzione di marciapiedi che possano consentire ai pedoni di passeggiare; saranno inoltre piantati alberi lungo la strada e verrà costruito un anfiteatro affacciato sul mare. E ancora, Torrefumo sarà riqualificata, con la costruzione di una grande oasi naturalistica e la possibilità di poter svolgere anche la balneazione, nel rispetto della natura. Inoltre, per quanto riguarda il centro, verrà costruita una nuova piazza che possa consentire alla cittadina dei Campi Flegrei di avere un importante centro di aggregazione.

In ultima analisi, ma non meno importante, Monte di Procida sarà dotata di un nuovo porto che consentirà alla cittadina, posta geograficamente ai margini dei Campi Flegrei, di diventare un importante snodo sia per le vicine Napoli e Pozzuoli che per le isole del golfo di Napoli, soprattutto Procida (che si trova praticamente di fronte) e Ischia.