Controlli a raffica della Polizia Municipale sul territorio di Napoli. In particolare, sono state comminate diverse sanzioni per quanto riguarda l'igiene pubblica ed il conferimento dei rifiuti. In particolare, un negozio di piazza Muzii, un'altro in via Tino da Camaino e due supermercati rispettivamente su via Orsi e via Jannelli, sono stati multati per il mancato rispetto della raccolta differenziata e per la promiscuità dei rifiuti. Anche il titolare di un locale della movida partenopea su via Aniello Falcone è stato sanzionato per gli stessi motivi. Insomma, una vera e propria stretta su chi sporca il suolo pubblico e non si adegua alla raccolta differenziata.

Per quanto riguarda il Codice della Strada, invece, sono state comminate in tutto il fine settimana ben 214 multe in via Aniello Falcone ed altre 167 tra via Cilea, piazza Vanvitelli, via Bernini, piazza Fanzago, via Morghen e via Cimarosa. Multati anche locali della movida partenopea che non erano in regola con l'ordinanza che prevede di prendere tutte le misure necessarie affinché dopo la mezzanotte non si percepissero all'esterno suoni e rumori. Un altro locale è stato sanzionato perché ancora aperto alle 3.45 del mattino, nonostante l'orario di chiusura imposto per tutelare i residenti in zona. Altri locali commerciali, invece, non erano in regola con le autorizzazioni di vendita. Infine, alcuni negozi di tabacchi ed internet point sono stati sanzionati tra via Fragnito, via Curia, via Battistello Caracciolo e via Porpora, perché non avevano osservato l'obbligo, entrato in vigore da circa un mese con il nuovo regolamento delle sale giochi, che prevede lo spegnimento dei ricevitori dalle 12 alle 18.