[Immagine di repertorio]
in foto: [Immagine di repertorio]

In arrivo per Napoli nuove macchine spazzatrici ed automezzi elettrici per la raccolta dei rifiuti, ma i cittadini protestano perché in alcune strade il servizio sarebbe mediocre e gli spazzini spesso "assenti". Sembra la trama di un film già scritto, con le amministrazioni che provano in qualche modo a risolvere le endemiche emergenze cittadine ed i cittadini che dall'altra parte lamentano una mancanza delle stesse. Succede a Napoli, dove è stata approvata un'importante delibera che permette l'acquisto di ben venti macchina spazzatrici di varie dimensioni e tecnologia all'avanguardia per il lavaggio strade ed automezzi elettrici ad emissioni zero, che serviranno invece per la raccolta differenziata.

Una bella notizia, insomma, in vista soprattutto dell'imminente arrivo della stagione estiva, quando le temperature tenderanno a salire ed il rischio soprattutto batteriologico legato alla possibile "fermentazione" dei rifiuti lasciati in strada diventa maggiore. I cittadini temono, infatti, che in alcune strade di Napoli i mezzi non possano, viste le strette dimensioni dei vicoli del centro storico, e lamentando anche l'assenza di spazzini, possano essere "tagliati fuori" dalle pulizie. Un rischio che però sembra ridotto al minimo, anche grazie all'intervento disposto quest'oggi dalla Città di Napoli, che è riuscita ad ottenere l'ammissione al finanziamento disposto dalla Città Metropolitana per poter comprare i nuovi automezzi. "Napoli si dota di mezzi particolari a zero emissioni che si distinguono per alcune caratteristiche utili ai servizi di igiene ambientale in varie parti della nostra città", ha spiegato l'assessore Del Giudice, "la bassa rumorosità e il sistema di lavaggio stradale vanno nella direzione che da sempre questa amministrazione persegue, ovvero il costante miglioramento dei servizi resi ai cittadini".