Napoli nel caos e spaccata in due: la chiusura della Galleria Laziale che collega Fuorigrotta a Mergellina ha di fatto "tagliato" in due la città, già colpita duramente dalla "piaga" del traffico cittadino "tradizionale" e soprattutto da una pioggia torrenziale che ha inaugurato la settimana con l'arrivo della perturbazione denominato Attila e che minaccia di durare a lungo.

La Galleria Laziale è stata chiusa a causa del crollo di calcinacci, segnalato da alcuni automobilisti a Vigili del Fuoco e Polizia Locale. Ma la chiusura della galleria ha di fatto congestionato la situazione del traffico, mandando in tilt l'intero traffico veicolare in via Giulio Cesare. La chiusura continuerà fino alla messa in sicurezza della Galleria, ma al momento non si hanno notizie sulla tempistica: nel frattempo, nella Galleria di Piedigrotta è stato disposto il doppio senso di marcia per provare a decongestionare in qualche modo l'afflusso di vetture, ma la situazione resta critica.

Non è la prima volta nell'ultimo periodo che la Galleria Laziale viene chiusa al traffico: dal 4 al 6 ottobre e poi di nuovo dal 9 all'11 e dal 16 al 20 dello stesso mese, per consentirne la pulizia. Anche in quel caso fu disposto un nuovo dispositivo di traffico per raggiungere Mergellina, ma il disagio allora come oggi fu evidente. Anche perché la chiusura della Galleria Laziale, stavolta, è avvenuta di domenica sera, facendo "scoprire" la sorpresa alle tante automobili che di lunedì mattina si sono ritrovate la strada improvvisamente "sbarrata".