L’ingresso della Funicolare di Chiaia
in foto: L’ingresso della Funicolare di Chiaia

Ieri sera un dipendente dell’Anm è stato aggredito da un passeggero nella stazione del Parco Margherita della Funicolare di Chiaia. Lo racconta il consigliere comunale Andrea Santoro, coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia. I fatti risalgono alle 20 circa del 16 febbraio, quando il controllore stava multando un uomo che era arrivato in stazione con la moglie e aveva marcato un solo biglietto per entrambi; il dipendente Anm non ha reagito per evitare di scaldare ulteriormente gli animi, lasciando salire la coppia sulla funicolare e avvisando i carabinieri, che li hanno attesi alla fermata successiva e identificati per la denuncia all’Autorità Giudiziaria.

“Gli addetti alla stazione – spiega Santoro – subiscono le intemperanze di una utenza sempre più indisciplinata e le scelte aziendali di Anm non aiutano. In questo caso l’anziano si è alterato quando ha appreso che in stazione i biglietti venivano venduti a prezzo maggiorato, e che quindi per due avrebbe dovuto pagare 3 euro. Li ha lanciati in faccia all’operatore, poi è andato alla macchinetta automatica e, accortosi che l’apparato non dava il resto dopo aver comprato un biglietto, ha deciso di salire senza e poi ha schiaffeggiato quel poveretto che non faceva altro che il suo dovere”.

L’episodio, continua Santoro, “impone una riflessione sulla necessità di garantire una maggiore sicurezza degli operatori di stazione con una presenza maggiore di guardie giurate, ma anche su certe situazioni: con le biglietterie automatiche che non diano resto, Anm consente una truffa ai danni dell’utenza ed è assurdo che da aprile scorso abbiano i sovrapprezzi sui biglietti, provvedimento che sarebbe comprensibile se ci fosse sugli autobus, come avviene in tutta Europa, ma che all’interno delle stazioni è ingiustificabile”.