L’ospedale San Paolo di Fuorigrotta
in foto: L’ospedale San Paolo di Fuorigrotta

Vergogna a Napoli, all'ospedale San Paolo, nel quartiere di Fuorigrotta, dove un uomo di 66 anni, pensionato e malato di Sla, è stato derubato di 800 euro. L'uomo, domenica scorsa, è stato ricoverato nel nosocomio di via Terracina a causa di una insufficienza respiratoria: i medici, visto il suo stato di agitazione, lo hanno sedato. Proprio approfittando del suo stato, qualcuno gli ha sfilato i pantaloni che aveva indosso e che contenevano 800 euro, la pensione che il 66enne percepisce. L'episodio è stato prontamente denunciato ai carabinieri, che stanno indagando su come sia potuto avvenire il furto.

A rendere noto l'accaduto è il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore radiofonico Gianni Simioli. Nel corso della trasmissione "La Radiazza" è intervenuto il cognato della vittima, che ha spiegato quanto avvenuto: "Domenica mio cognato è stato trasportato in ambulanza all’ospedale San Paolo in seguito ad una crisi respiratoria. Una volta in corsia è stato sedato a causa del suo stato di agitazione. Quando alla moglie è stato concesso di assisterlo, si è trovata di fronte una scena assurda. Mio cognato era stato privato della parte inferiore della tuta che indossava al momento del ricovero. In pratica è stato lasciato in mutande sotto le coperte. Nella tasca erano conservati circa 800 euro, scomparsi insieme al pantalone. Siamo rimasti sconcertati e abbiamo denunciato il furto ai carabinieri. E’ inconcepibile che un malato sia vittima di un fatto del genere durante un ricovero ospedaliero