Nonostante manchi più di un mese a Natale, San Gregorio Armeno, la caratteristica e famosa strada del centro storico di Napoli nella quale sorgono numerose botteghe dei mastri artigiani che creano presepi e pastori è già stata presa d'assalto dai turisti, che si sono riversati numerosi nel capoluogo campano. Tantissimi, quindi, i turisti che si sono immersi nella magica atmosfera che offre la strada dei Decumani, ma anche quelli che, nonostante il largo anticipo, hanno voluto portare a casa un ricordo, magari da mettere nel presepe o sotto all'albero. Tante le novità che si possono trovare quest'anno a San Gregorio Armeno: la più particolare è rappresentata sicuramente dal "presalbero".

Che cos'è il "presalbero"? Si tratta di un tradizionale abete natalizio con al suo interno un altrettanto tradizionale presepe. Il tradizionale paesaggio del presepe napoletano, con il saliscendi di scale e le casette illuminate, si snoda tra i rami dell'albero di Natale, con i suoi personaggi storici. L'opera è stata realizzata dal maestro Aldo Vucai e, seppur rappresenti una novità, non rinuncia alla tradizione natalizia partenopea.