Stavano scavando un cunicolo, presumibilmente per arrivare sotto una banca e per preparare per un colpo con lo stile della "banda del buco", ma i carabinieri erano a pochi metri. Non in appostamento, ma durante una visita a una associazione. E, quando hanno sentito i rumori, i militari hanno subito capito quello che stava succedendo e non hanno perso tempo: i due "uomini talpa" sono stati bloccati e arrestati, saranno processati per direttissima per tentato furto. È successo nel pomeriggio di ieri, 19 novembre, a Napoli, in piazza Mercato, vicino ai locali dell'Asso Gio.Ca realtà territoriale gestita da Gianfranco Wurzburger . Una delegazione del Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli era in visita all'associazione, c'era anche il neo comandante provinciale, il generale di brigata Canio Giuseppe La Gala. I militari erano lì anche per portare solidarietà dopo i recenti fatti di cronaca: negli ultimi tempi la sede dell'associazione è bersagliata, presumibilmente da una baby gang, e lo scorso 22 ottobre i locali attigui erano stati incendiati.

I ladri erano proprio nelle stanze dove si era sviluppato il rogo doloso, all'interno di una struttura che fa parte del complesso di Sant'Eligio, abbandonata. Stavano scavando, convinti che nessuno li sentisse ed evidentemente senza complici all'esterno che potessero avvertirli in tempo. Il rumore dei martelli è stato avvertito dai presenti e soprattutto dai carabinieri, che hanno capito che non si trattava di normali lavori stradali e che qualcosa stava succedendo nel sottosuolo. Così è scattata la trappola: hanno fatto irruzione nel locale e hanno beccato i due mentre erano all'opera.