Pesce, carne, dolci, frutta secca e prodotti surgelati privi di tracciabilità o con falsa indicazione di provenienza erano destinate a finire sulle tavole di cenoni e dei pranzi durante le feste di Natale. I carabinieri forestali hanno controllato quarantadue attività a Napoli e provincia e hanno fatto diciassette multe per un totale di 15mila euro, nove sequestri di merce e una denuncia per frode in commercio. I militari hanno svolto numerosi accertamenti sulla filiera agroalimentare per verificare la tracciabilità dei prodotti e per la tutela dei marchi. Passate al vaglio pescherie, macellerie, ditte di produzioni artigianali di dolci e supermercati, in particolare per verifiche su prodotti ittici surgelati, panettoni artigianali, castagne, frutta secca e dolci.

Cozze e vongole per la Vigilia di Natale sequestrate dai carabinieri

In provincia di Caserta, i controlli dei carabinieri forestali hanno portato al sequestro di cibi destinati a finire sulle tavole dei consumatori durante del feste di Natale. Si tratta di molluschi detenuti irregolarmente, carne trasformata e mozzarella priva di etichettatura. I militari hanno sequestrato 23 chili di molluschi bivalve, 21 chili di mozzarella e 30 di carne. Insieme alla Guardia Costiera hanno fatto 13 multe ad esercizi commerciali per un totale di 36.550 euro.