Rubati ma subito recuperati alcuni dei nuovi sediolini dello Stadio San Paolo: la Polizia Municipale guidata dal comandante Ciro Esposito è riuscita in poco tempo a rimettere le mani sui sediolini appena rubati e che potranno dunque essere installati all'interno dell'impianto di Fuorigrotta. L'uomo che li aveva trafugati, fanno sapere le forze dell'ordine, è un Lavoratore Socialmente Utile (LSU) che era in forza allo stadio stesso. Subito dopo le Universiadi, approfittando del "calo di attenzione" dovuto all'inizio della stagione estiva, si era preso un paio di file dei nuovi sediolini dello Stadio San Paolo e si li era riportati a casa, con ogni probabilità per rivenderseli.

La Polizia Municipale è riuscito però a rintracciarlo: l'uomo, che vive ad Afragola, ha provato anche a nasconderli sotto la tettoia del suo posto auto, ma non è bastato. Le forze dell'ordine hanno recuperato i nuovi sediolini e posti sotto sequestro, mentre per l'uomo è scattato il trasferimento in caserma, dove a quanto pare ha provato ad alleggerire la propria posizione, spiegando di aver compiuto il gesto in buona fede in quanto, a sua detta, gli sarebbero stati regalati.

Già nelle scorse settimane era capitato qualcosa di simile, anche se riguardava i vecchi sediolini rosa: in attesa infatti che il Comune di Napoli faccia partire il bando per la vendita degli storici sediolini dello Stadio San Paolo, su internet i "soliti ignoti" avevano già messo in vendita gli stessi sediolini ad un prezzo maggiore: venti euro l'uno, rispetto alla cifra che vorrebbe mettere il Comune di Napoli e pari a dieci euro. Già dopo Napoli-Cagliari dello scorso campionato erano state beccate otto persone mentre smontavano e rubavano i vecchi seggiolini al termine della partita.