Proseguono spediti i lavori allo Stadio San Paolo di Fuorigrotta in vista delle Universiadi 2019, in programma a luglio. E non mancano le novità, come la pista atletica che, dopo sessant'anni, cambia colore: addio al classico arancione che l'ha sempre contraddistinta, ed ecco che arriva l'azzurro. I lavori vanno avanti senza sosta, in modo da essere ultimati in tempo per le gare di questa estate. Dal 20 maggio, giorno dopo Napoli-Inter che ha chiuso le gare interne degli Azzurri per questa stagione, oltre cento operai stanno lavorando alacremente per ultimare i lavori nell'impianto di Fuorigrotta.

Lavori San Paolo: i sediolini azzurri

Tra gli interventi di restyling, oltre al rifacimento della pista d'atletica che sarà completamente nuova, si sta procedendo a sostituire tutti i seggiolini, già in gran parte cambiati nelle curve inferiori, dove prevale l'effetto pixel con l'alternanza di azzurro, bianco e giallo, che a colpo d'occhio fa sembrare i posti occupati anche quando non lo sono (negli anelli superiori, invece, saranno tutti azzurri). Inoltre, sempre entro la data del 25 giugno, ci sarà un nuovo impianto audio, oltre al rinnovamento dei bagni già esistenti, mentre quelli nuovi saranno realizzati a breve, dopo l'aggiudicazione delle gare d'appalto. Infine, saranno installati due maxi-schermi da 120 metri quadri l'uno, che ovviamente resteranno in comodato d'uso per il Calcio Napoli una volta terminate le Universiadi 2019. Insomma, un maxi-lavoro che finalmente permetterà alla città di Napoli ed alla tifoseria azzurra di poter usufruire di uno stadio degno di una squadra che da anni cerca di contendere il titolo di Campione d'Italia allo strapotere della Juventus, oltre a partecipare alle competizioni europee più prestigiose.